Pasturazione e stati di confidenza

Standard

Tutti amano le novità. Siamo fisicamente attratti dal nuovo. Google ama la freschezza dei contenuti web. Non possiamo farne a meno. Al punto che una condizione finisce per confondersi con l’essenza dell’elemento stesso. Ne assume le sembianze.

Accade così che la frequenza supera la qualità, si fa differenziale. Allo stesso modo in cui una bugia ripetuta soppianta la verità.

Twitter, Facebook e le dinamiche dei social network hanno democratizzato il processo di creazione sulla spinta della condivisione di ogni singolo momento della quotidianeità.

Cosa significa per chi fa web marketing o più in generale nell’ambito della comunicazione pubblicitaria? La necessità di soddisfare una richiesta costante di nuovi stimoli. In che modo? Attraverso uno schema fordiano di produzione.

L’obiettivo non è quindi fornire valore. Ma fare in modo che restino in uno stato di confidenza. Un po’ come avviene con la pasturazione quando si va a pesca.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

three + 11 =