Perché i miei testi non vendono?

Standard

E allora perché blogger mediocri hanno successo mentre per altri dotati non è così? Se lo chiedeva Jeff Goins su Copyblogger alcuni giorni fa. La risposta è semplice, anche un po’ scontata, saper scrivere bene oggi non basta. Probabilmente è sempre stato così.

Il principio vale per qualsiasi forma assuma un testo. Sia esso un libro, un annuncio Adwords, un post, un articolo di giornale.

Gli altri sanno come vendere, tu probabilmente no. Ogni giorno mi capita di leggere (o meglio evitare di leggere) articoli e post scontati, clonati e privi di novità. Eppure quei post possono contare su migliaia di retweet, like su Facebook. Marketing, il segreto è tutto qui.

Sul web le persone non vogliono pensare. Non hanno il tempo per farlo. Cercano informazioni masticabili, risposte semplici, intuitive, facili da assimilare e replicare. Non dare loro indicazioni su come fare, mostra loro come fare. Fallo subito, nelle prime due righe possibilmente, prima che rimbalzino da un’altra parte.

Il testo è un prodotto e, come tale, le sue sorti sono legate a delle regole precise:

1) Prodotto scadente + Buon Marketing = Fallimento Rapido
2) Prodotto Decente + Buon Marketing = Successo
3) Ottimo Prodotto + Marketing Scadente = “Come hai detto che ti chiamavi”

La promozione prima di tutto. Feroce, indiretta, subdola o mascherata da damigella. L’importante è che sia costante e propositiva. Dà loro l’opportunità di rispecchiarsi, creando situazioni condivisibili, punti d’appiglio con la realtà che vivono ogni giorno. Ti crederanno e ti sosterranno.

Se lo pensi anche te condividi questo post. Facebook, Google Plus o Twitter: è indifferente. Il mio grazie sarà comunque smisurato. Grazie!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

16 − one =