Il potere persuasivo delle code

Standard

Essere in fila è una condizione esistenziale alla quale siamo assuefatti. In auto al semaforo, in attesa dell’imbarco in aeroporto, al supermercato, in posta, in banca. Passiamo gran parte dei nostri giorni a ricalcare i passi di chi ci precede.

Le code influenzano il modo in cui ci comportiamo. Controlliamo più volte di aver vidimato il biglietto in metro, ci assicuriamo di non aver smarrito nulla quando vediamo una donna allarmata che arraffa qualcosa nella borsa, ci voltiamo di scatto verso una direzione se chi ci sta di fronte è intento a fissare da quella parte.

La coda stimola sia la nostra tendenza ad assecondare gli eventi che quella di invertirne il flusso. Se hai bisogno di promuovere un prodotto non pensare a come fare perché gli altri si ricordino di te. Crea le condizioni perché qualcuno possa seguire qualcun’altro. Perché chi sta dietro faccia ciò che fa quello che gli sta davanti. Sia che rimanga nella fila sia che si discosti per forzare le regole.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

12 + nineteen =