L’arte di vendere

Standard

Vendere è un’arte solo se ne sei capace. Dall’altra parte della barricata c’è il ridicolo. Se scegli di fare della giocoleria la tua fonte di guadagno devi poter trasformare ogni spettatore in un benefattore. Devi far sorridere, devi ispirare fiducia.

Una strada trafficata non è di certo il luogo adatto per le tue esibizioni. Tanto meno se hai scelto un semaforo come scenografia dei tuoi spettacoli. Non ti aspettare di più di qualche autista incazzato, una bella dose di imprecazioni e parole non proprio rassicuranti sul passato di tua madre.

Vendere è un rischio quotidiano. Critiche e insulti, nel peggiore dei casi, sono all’ordine del giorno. Quando ti metti in gioco non puoi pretendere che chiunque debba essere un potenziale cliente o possa diventare un tuo fan. Anche un Monet o un Picasso non erano e non saranno apprezzati da tutti.

Prima o poi qualcuno si fermerà, apprezzerà la tua intraprendenza, la tua costanza e lascerà qualche moneta nel cappello. E’ a loro che ti devi rivolgere. Venderechiunque non è un buon modo di vendere. Vendere è un’arte. Dove sono i tuoi clienti ora? Riconoscili e sarai ricompensato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

five × 4 =