Sul valore degli influencers

Standard

Le idee producono messaggi, dettano comportamenti, si diffondono come un virus soprattutto se possono legarsi ad una qualche forma di fisicità. Le idee vengono condivise solo se riusciamo ad interpretarle visivamente.

Oggi buona parte di questa elaborazione fisica delle idee viene realizzata dagli influencers. Chi sono ma soprattutto perché qualcuno o qualcosa è in grado di esercitare una qualche forma di influenza sui nostri comportamenti e sul nostro modo di interpretare il mondo che ci circonda?

Come spesso accade molte delle risposte sono intorno a noi sebbene non ce ne accorgiamo. Provate a fare due passi per il centro di una città. Fermatevi ad un semaforo. Probabilmente, nel caso siate a Roma come a Milano, vi ritroverete all’interno di un nugolo di persone in attesa del verde. Basterà che uno degli astanti, nonostante il semaforo rosso, si muova sulle strisce perché tutti o gran parte di chi gli sta intorno lo segua. Perché?

Il principio d’imitazione (è colpa dei cosiddetti neuroni specchio) agisce senza alcuna motivazione. E’ un meccanismo cerebrale: imitiamo o vorremmo imitare quello che vediamo. Lo sa bene chi si occupa di web marketing ed utilizza i meccanismi di riprova sociale per rassicurare sul valore di un prodotto o di un servizio. I social network hanno democratizzato l’accesso a questa speciale “casta” accentuando l’utilizzo di questa pratica.

Commentare, recensire, anticipare, insomma agire. Il segreto di un influencer è tutto qui. Competenze, condivisione, comunanza di interessi sono solo la parte remunerativa di una relazione fondamentalmente irrazionale. Ma chi sono gli influencers oggi? Blogger, creativi, musicisti, politici, artisti, brand, TU.

INFLUENCERS FULL VERSION from R+I creative on Vimeo.

One thought on “Sul valore degli influencers

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

eight + six =

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>