Sul concetto di accessibilità

Standard

In un mondo di servizi l’accesso è un aspetto fondante della quotidianeità. E’ la piattaforma sulla quale organizziamo ogni tipo di (rel)azione: civica, sociale, economica.

Qualsiasi attività che preveda una transazione o uno scambio contempla in sé il concetto di accessibilità.

In un mondo connesso l’accessibilità diventa  una risorsa vitale. In quanto tale è necessario che ci siano sempre le condizioni tecniche perché possa realizzarsi. Cosa succederebbe se queste venissero a mancare?

Nell’ultimo weekend, ahimè, l’ho potuto sperimentare di persona. Madrid. Bancomat e carta di credito smagnetizzate. Impossibilitato a prelevare ho dovuto fare di necessità virtù.

Supportato dalla disponibilità di connessioni wi-fi libere, ho gestito tramite internet acquisti, visite e relazioni. Dall’ingresso al Prado, allo shuttle per l’aeroporto, ai bonifici per pagare albergo e ristoranti.

L’accessibilità è insieme risorsa ed opportunità. Ma il suo contrario porta in grembo il rischio della paralisi totale. E’ per questo che accessibilità non dovrebbe essere disponibilità di un accesso ma più strade percorribili contemporaneamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

18 − 2 =