Blogger o copywriter: a chi affideresti il tuo sito aziendale?

Standard

Quando due settori entrano in collisione è inevitabile che le figure professionali che li rappresentano finiscano per sovrapporsi o confondersi.

Nel confronto tra copywriter e blogger, quantomeno sul web, il campo di battaglia non può che essere la scrittura. In un guest post su Copyblogger, Glenn Murray riassume 8 ragioni per cui bloggers do it better.

Una dolorosa ammissione a detta dello stesso Murray. Ma confrontate uno dei vostri blog preferiti e lo stile di qualsiasi altro sito web. Quale cattura maggiormente la vostra attenzione? Perché?

Il motivo, secondo Murray, sta nel fatto che un blogger conosce l’argomento di cui scrive e quindi riesce ad essere accurato e utile. Conosce i suoi lettori, sa cosa si aspettano e li rende partecipi di una conversazione. Diversamente da un copywriter che scrive ogni giorno di argomenti differenti.

Ma l’aspetto che personalmente ritengo fondamentale è questo: they’re not writing for clients (riferito ai bloggers). Un testo che nasce per vendere o promuovere deve essere chiaro, diretto, semplice.

Il copywriter, ahimé, si ritrova sotto il fuoco incrociato del cliente (che commissiona e avanza pretese). Ma non solo. E’ vittima anche della propria deriva narcisistica che lo porta a vedere se stesso come un’artista. La scrittura come qualcosa di incompatibile con la funzione commerciale.

Influenzato, il testo dilapida la sua forza, perde di vista il suo obiettivo. Che non è quello di strizzare l’occhio all’arte ma solleticare il portafoglio. L’imperativo commerciale si disperde diventando vuota autocelebrazione.

La conclusione di Murray è che la scrittura di un blogger sia di gran lunga superiore a quella di molti copywriters. Perché? Perché un blogger è libero da pressioni, ha la libertà e la capacità di scrivere quello che pretendono i suoi lettori. In parole povere, sa vendersi bene.

Beh se volete che il vostro sito aziendale dica le cose giuste nel modo giusto affidatelo ad un blogger (specializzato, suggerisco io) e, per quanto sia difficile, fatevi da parte. Ad ognuno il suo.

3 thoughts on “Blogger o copywriter: a chi affideresti il tuo sito aziendale?

  1. Dieci anni fa gestivo un blog abbastanza seguito, mi divertivo… poi le scelte della vita mi hanno portato a fare il copy. Avete sollevato un bel dilemma interiore, ma il copywriter professionista dovrebbe saper rimpiazzare bene il blogger. E questo implica tutto quello che ho letto in questo post, soprattutto se parliamo di un blogger “specializzato”.
    Al contrario, un blogger difficilmente può essere un copy senior.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

twenty + twelve =