Street View, un piccolo paese la spunta su Google

Standard

Niente foto fino a fine anno. Molfsee, un piccolo centro nel nord della Germania, la spunta nei confronti del colosso americano. La protesta contro Street View, il controverso servizio di Google che permette di visualizzare foto a 360° di strade, abitazioni e non solo, ha raggiunto dimensioni tali che il colosso americano ha deciso di fare un passo indietro.

Al piccolo centro si sono affiancate immediatamente altre cittadine e l’Ufficio per la protezione dei dati personali minacciando azioni legali nei confronti di Google. Nella zona del Schleswig-Holstein non verrà scattata alcuna foto fino a fine anno.

Questa la promessa. Ma sono certo che il servizio di Google non si fermerà dinanzi alle proteste di una regione. Già nel passato alcune foto che ritraevano persone in pose imbarazzanti hanno alimentato le critiche ed i dubbi sulla legittimità del servizio.

Personalmente credo che la funzionalità del servizio non possa prevalicare la privacy dei cittadini. Voi cosa ne pensate? Street View è eccessivamente invasivo o no?

Fonte | Quotidiano.net

2 thoughts on “Street View, un piccolo paese la spunta su Google

  1. Credo che se non si ha niente da nascondere non ci si debba preoccupare… però poi penso che spesso, quando cammino per strade deserte, mi capita di parlare da sola, e animatamente anche… mi imbarazzerebbe molto trovare le mie immagini su internet in questo frangente.
    Per questo credo che Google esageri e che si dovrebbe fare un po’ più i fatti proprii.
    Però ti assicuro che da quando hanno messo le telecamere e le luci notturne nel centro commerciale vicino casa mia sono diminuiti schiamazzi e atti di vandalismo (per quanto ci possa essere vandalismo in un piccolo comune). In questo caso le telecamere hanno svolto una funzione civile restituendo un pezzo di città a noi abitanti, ma a visionare le immagini ci sono forze di pubblica sicurezza , non i signori Nessuno.

  2. Ovviamente il controllo ha assunto un’importanza fondamentale nella prevenzione contro crimini, vandalismo e quei fastidiosi schiamazzi notturni. Le telecamere possono funzionare da deterrente. L’uso che ne fa Google è, se non “indiscriminato”, quantomeno “irrispettoso”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

18 + 7 =