L’Europa dice no alla dottrina Sarkozy

Standard

Un pasticcio legale, niente di più. Triste bocciatura per il disegno di legge contro la pirateria caldeggiato da Sarkozy. Il Pacchetto Telecom, votato mercoledi dal Parlamento Europeo, boccia il sistema francese del “tre colpi e sei fuori”. Una posizione garantista che sottolinea l’importanza dell’accesso ad internet come servizio essenziale ed universale.

Il disegno di legge francese Internet et Creation, secondo i suoi ideatori, altro non è che una sorta di “percorso pedagogico” basato sulla “risposta graduale”. Il sistema, creato per scoraggiare la condivisione illegale di materiale protetto da copyright, prevede:

  • l’invio di due avvertimenti a chi scambia file protetti da copyright e sconnesione dal servizio internet al terzo;
  • l’istituzione di una nuova agenzia per il controllo
  • maggiore coinvolgimento dei fornitori di connettività tenute a rilasciare i dati dei propri clienti

Diversa, fortunatamente, la posizione del Parlamento europeo. Innanzitutto l’accesso alla rete va considerato un diritto universale e ogni limitazione deve essere proporzionata ed accertata dall’intervento di un magistrato. Rigettata dunque la possibilità di sceriffi improvvisati, gli ISP, previsti dalla legge francese.

Vanno ricercati altri modi di combattere la pirateria digitali, senza prevaricare i diritti fondamentali degli utenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

one × 4 =